Workshop di canto con SAINKHO NAMTCHYLAK

Home/Uncategorized/Workshop di canto con SAINKHO NAMTCHYLAK

Workshop di canto con SAINKHO NAMTCHYLAK

INVITO

Workshop di canto con

SAINKHO NAMTCHYLAK

LA VOCE DELLE STEPPE

Siamo lieti di invitarvi a prendere parte alle tre giornate di workshop, che si terranno il 26/27/28 aprile 2019 presso l’ecovillaggio Progetto Gaia Terra di Flambruzzo (Rivignano -Teor), Via F. Petrarca, 45 (UD)-Italy.

Sainkho Namtchylak svolge da anni un’intensa attività di insegnamento e trasmissione delle sue capacità e abilità vocali e canore. Il workshop è rivolto a tutti coloro che vogliono sperimentare e mettersi alla prova con la propria voce, su tonalità, suoni e vocalizzi nuovi, tipici della tradizione sciamanica siberiana e, nello specifico, della cultura di Tuva. Si parlerà anche di performance e movimento sul palco, associato all’aspetto terapeutico del canto sciamanico (vedi: Contenuti del corso).

——————————————————————————————————————————————-

Sainkho Namtchylak

Sainkho, che oggi vive a Vienna, e’ nata in un villaggio della Siberia meridionale ai confini con la Mongolia, nell’ex-repubblica sovietica di Tuva: padre e madre insegnanti e nonni nomadi. Dopo aver completato a Mosca una formazione musicale classica cominciata al conservatorio della sua citta’, l’ha arricchita con studi sulle tradizioni siberiane, sciamaniche e lamaiste. Ha raccolto i primi successi con il Tuvan Folk Ensemble poi, con il suo accompagnatore Ghera Popov, ha cominciato a portare fuori dei confini russi canzoni raccolte sotto il titolo “Out of Tuva”. Un complesso inestricabile di elementi tradizionali etnici fusi con gli stili moderni piu’ disparati.

Tutta intessuta di luce, di spazi, di tempo, la voce della siberiana Sainkho Namtchylak, ha caratteristiche timbriche che la rendono unica. Limpida come acqua di sorgente, spazia dai suoni acuti a quelli piu’ gravi con un’estensione prodigiosa, acquista singolare intensita’ per improvvisi cambiamenti di vibrazioni, alterna trasparenze a toni densi e scuri e con un effetto sbalorditivo, si effonde con una doppia emissione di toni uniti fra loro da un legame armonico. La performance di quest’artista, che solitamente si accompagna a strumenti tradizionali della sua terra (tabla, duduk, violino piccolo, scacciapensieri), a contrabbasso, fino alle piu’ sofisticate tecnologie (synth, drum machine) e’ un intreccio di tradizione e modernita’, un viaggio che attingendo alle radici musicali popolari siberiane attraversa sonorita’ di ieri e di oggi.

Ci si chiede quale organizzazione vocale sia alla base del mondo sonoro di Sainkho, a quali profondita’ dell’inconscio attinga per tradurre in canto i mormorii del vento nelle foreste di betulle e di abeti, le estensioni delle tundre, il gelo dei venti, le voci di animali, evocate con buffa grazia e quale rapporto abbia la sua voce con la luce, lo spazio, lo spirito, la trascendenza.

“Ai giovani indirizzo suoni cosi’ remoti – precisa la cantante – per fare capire che non ci sono incompatibilita’ nella musica, che esistono anche altre sonorita’ oltre a quelle assordanti che li investono di solito, per ricordare che la musica puo’ portare armonia e unita’ e per provare che il passato si puo’ innestare nel futuro”.

La sua voce sobbalza di continuo, gioca con le improvvisazioni, passa da armonie celestiali ad asprezze stridule, esce dal naso, dalla gola, dalle viscere. Eppure sostiene il suono con equilibri arditissimi. Ma come si arriva a queste acrobazie tonali? “Ci vuole studio e molta forza. Ma e’ solo tecnica vocale. Si impara e si puo’ insegnare”.

Liberamente tratto da “Sainkho – Dalla Siberia con passione” – di Mirella Caveggia

————————————————————————————————————————————————

Ci sono voci di cantanti pop, rock, folk e jazz. E poi, in un mondo a parte, c’è la voce di Sainko Namtchylak. Quest’artista dalle capacità vocali infinite – definita «la Björk delle steppe» – ha contribuito a diffondere anche in Occidente il canto armonico della sua terra d’origine, Tuva, tra la Siberia e la Mongolia…Tuva, infatti, è famosa nel mondo per la religione sciamanica e per lo Xöömej, il canto armonico gutturale, che ha affinità con il sardo «cantu a tenore».

Con una tecnica particolare, Sainkho riesce a produrre una nota bassa, un bordone, oppure una molto alta, tutte e due simili a note prodotte da strumenti musicali e contemporaneamente canta. L’effetto è straniante: sembra di ascoltare un suono circolare, campionato come un loop elettronico, nello stesso momento sormontato da un’altra voce che esce da chissà dove. Con il canto gutturale – passato anche nel rock colto di Frank Zappa e nel metal estremo contemporaneo di gruppi europei e nordamericani – si sfruttano le risonanze che si creano nella laringe. I cantanti di Tuva accompagnano questo canto con strumenti tradizionali a corda e percussioni. Sainkho, in realtà, nella sua cospicua discografia ha attraversato anche la musica d’avanguardia, il jazz e pure il pop. Come Björk, appunto.

Liberamente tratto da G.BR./L’Arena 20/10/2018

——————————————————————————————————————————————-

Video:

—————————————————————————————————————————————–

IL PROGRAMMA:

26 aprile 2019 venerdì

16.30 ritrovo dei partecipanti presso gli spazi di Progetto Gaia Terra

17.00-21.00 Workshop con Sainkho

27 aprile 2019 sabato

10.00-13.00 Workshop con Sainkho

16.30-18.30 incontro con Sainkho sul tema: “Canto della tradizione di Tuva in Asia Centrale” (open)

21.00 Performance di Sainkho (open)

28 aprile 2019 domenica

10.00-13.00 Workshop con Sainkho

15.00-17.00 Workshop con Sainkho

*tutte le lezioni saranno tenute in lingua inglese

CONTENUTI DEL CORSO:

– Aspetti sciamanici della voce improvvisata. Storia e modernità.

– Canto e movimento. Arte performativa nella voce improvvisata.

– Aspetti di terapia e performance in scena. Qual è la differenza.

————————————————————————————————————————————–

PER ISCRIZIONI E INFORMAZIONI:

Sarà possibile alloggiare e mangiare nei pressi di Progetto Gaia Terra o all’interno degli spazi dell’ecovillaggio. Per informazioni circa le varie possibilità, vi chiediamo di contattarci telefonicamente o di inviarci una mail:

www.progettogaiaterra.com

info@progettogaiaterra.com

Per ogni quesito o curiosità circa la parte prettamente artistica, vi preghiamo di contattare Elisa, co-organizzatrice:

0039 349 5000652

elisaulian@gmail.com

————————————————————————————————————————————-

Il workshop è organizzato dall’ecovillaggio “Progetto Gaia Terra”,

in collaborazione con:

Creative Voice Lab – Ad Alta Voce

FB: ZUEllis Elisa Ulian

Spazio Sociale Tai-Gjai /Tepee Tal Parco

FB: tepee.talparco

———————————————————————————————————————————————-

L’evento sarà a rifiuti zero.

Vi sarà modo, per i partecipanti, di assaporare la vita comunitaria in un eco villaggio dove si pratica “sostenibilità” su tutti i campi.

____________________________________________________________________________________________________________________

By | 2018-11-15T23:44:18+00:00 novembre 15th, 2018|Uncategorized|0 Comments

About the Author:

Leave A Comment