Iniziamo la Food Forest!

Home/Attività/Iniziamo la Food Forest!

Iniziamo la Food Forest!

Iniziamo a realizzare la FOOD FOREST!

QUANDO: 10/12/2017 – dalle 10.00 alle 17

COSA: La Food Forest è un sistema agricolo composto da alberi, arbusti, cespugli, rampicanti, piante erbacee perenni da foglia e da radice, che producano frutti, foglie, fiori, radici, legna utilizzabili in cucina, in erboristeria o come alimento per i nostri animali. Riproducendo quanto fa la Natura, realizziamo boschi (o giardini) che diventeranno al più presto autosufficienti, assai produttivi ed estremamente belli. Con il prezioso contributo di Stefano Soldati che guiderà la giornata e Andrea Pavan, responsabile dell’area agricola per il Progetto Gaia Terra.

DOVE: Progetto Gaia Terra, via Petrarca 45, Flambruzzo (Udine)

COSTI: Nulla! 😉
a tutti i volontari verrà offerto il pranzo!!

COSA PORTARE: guanti, stivali, vanghe, badili, secchi, picconi, cartoni. Se avete più vanghe portate per condividere! Se volete portare qualcosa da mangiare e da bere da condividere va anche bene!

STEFANO SOLDATI
Diplomato con lode in Erboristeria all’Università di Urbino; dal 1986 si occupa di agricolture alternative. Dal 1994 gira per il mondo insegnando agricoltura biologica, gestione aziendale e successivamente costruzioni con balle di paglia. É uno dei primi quattro italiani diplomati in Permacultura. È stato il primo presidente della Accademia Italiana di Permacultura. È docente presso la Scuola di Pratiche Sostenibili di Milano, presso l’Ecovillaggio GAIA a Navarro (Argentina) e presso il CAT in Galles (UK). Ha approfondito con Martin Crawford i metodi di progettazione. E’ stato il primo in Italia a tenere corsi sulla realizzazione di giardini commestibili e foreste di cibo; nel periodo 2011/2017 insieme ai corsisti ne ha realizzati ventidue.

ANDREA PAVAN
Educatore ambientale, laureato in Gestione sociale del territorio e dell’ambiente all’Università di Trento. Si occupa principalmente di sostenibilità umana e nuove pratiche agricole insegnando nelle scuole, aziende agricole, enti ed associazioni. In quest’ottica sviluppa anche attrezzatura per l’agricola con materiale di recupero.
Lavora nel campo della Permacultura progettando sistemi auto-sostenibili e resilienti sperimentando l’autosufficienza alimentare e l’auto-produzione.
Personali studi e inclinazioni lo hanno portato a fare scelte di vita volte alla resilienza personale e familiare. Ciò significa riuscire a svincolarsi in parte dalle regole di mercato che portano a sacrificare la propria vita in una corsa all’inutile accumulo di cose materiali. Significa anche tornare a fare le cose con le proprie mani, diventare più autosufficienti in un mondo che sta cambiando velocemente e non in meglio.

2017-12-04T15:38:07+00:00